1996 No alla droga. Viva il Messico

Ago
28
2013
1996

Nel 1996 il Festival è in grandissima ascesa. Centinaia di fans di “Planet rock” ballano con corone di “diavolillo” al collo gridando lo slogan “No alla droga. Si al peperoncino”. Per il gemellaggio “Calabria – Messico” arriva Mario Moya Palencia, politico di grande prestigio, già Ministro degli interni, ambasciatore del Messico presso l’ONU, il Giappone, Cuba e l’Italia. Con lui la mostra “Grande Messico” del pittore Josè Raùl Anguiano Valadèz, indiscussa gloria messicana. Assieme al sindaco Ernesto Caselli lo accolgono il presidente della giunta regionale Giuseppe Nisticò e l’assessore regionale al turismo Michele Traversa.

Dal lungomare gli stand arrivano fino a Marina Corvino. Per ospitare il megaspettacolo “Viva la radio” con Lino Banfi e Sabrina Stilo, il pittore Francomà realizza un grande palco raccontando sulle scene la “Nascita del peperoncino” e il lavoro di piccanti “Angeli fabbricatori”.

Una strepitosa mostra di pittura: “Sale e peperoncino. Sapienza e trasgressione nell’arte contemporanea”. Con Tonino Sicoli che in uno splendido intervento spiega che “la cucina come l’arte è invenzione”. Che “il prevedibile è insapore. Mentre l’originalità è piccante”.

1997 Salta il festival. Ma il successo continua

Nel ’97 salta il Festival. Ma l’attività dell’Accademia va avanti alla grande e con straordinario successo.
Alla fine di agosto tutto è pronto: premi, ospiti, spettacoli. I soldi però non arrivano e nemmeno “le promesse”. A malincuore viene presa la decisione che nessuno vorrebbe. Sui muri vengono affissi i manifesti col programma e gli ospiti. Dovevano arrivare Maria Grazia Cucinotta e Paolo Rossi. I Paideia dovevano presentare la loro ultima canzone ispirata al “diavolillo”. Gemellaggio con l’Argentina. E “insegne piccanti” a Tinto Brass.
Un comunicato stampa annuncia che il Festival non si fa. Enzo Monaco sui quotidiani spiega come sono andate le cose.
L’Accademia nel frattempo colleziona successi. Partecipa al Festival di Sanremo, è ospite a Verde Mattina con Luca Sardella e poi a Uno Mattina con Antonella Clerici. Un convegno a S. Nicola Arcella illustra le virtù del diavolillo con i prof. Franco Contaldo dell’Università di Napoli e Bruno Amantea dell’Università Magna Grecia di Catanzaro.
Per tutta l’estate furoreggia in regione il concorso gastronomico “Piatto piccante di Calabria”.

Sindaci e Assessori tutti distratti – Enzo Monaco

© Accademia Italiana del Peperoncino - Leggi la Privacy Policy