2007 Quindici anni di cultura piccante

Giu
7
2013
2007

Per i 15 anni si punta molto sulla cultura. Cinque convegni e soprattutto otto mostre straordinarie. “I segreti erotici di Pompei” in collaborazione con le soprintendenze archeologiche di Napoli e Pompei. “Not for all” con fotografie dei Maestri di ventidue paesi del mondo. “Italian tomatoes, da Napoli a New York” una galleria di etichette di pomodoro presentate da Enzo Monaco. “Passepartout, quindici anni piccanti”. “Il giro del mondo con 50 pomodori” di Massimo Biagi. “Piante officinali e piante dell’amore” a cura di Francesco Picchi. “Habanero dello Yucatan” mostra fotografica di Ennio Calice. “Il peperoncino di Pipolo”.

In tutti gli Autogrill una vetrina di specialit€ infuocate e il depliant col programma del Festival. Annullo filatelico delle Poste Italiane e una scheda telefonica commemorativa prodotta dalla Telecom. Gemellaggio col Messico col prof. Tomas Gonzales, presidente Consejo de Chenzia dello Yucatan. Presentazione ufficiale del Naga Morich, arrivato in Italia come il più piccante peperoncino del mondo. E per chiudere, a mezzanotte dell’ultima sera, i fuochi d’artificio della premiata ditta Forestiero di Buonvicino.

© Accademia Italiana del Peperoncino - Leggi la Privacy Policy