2016 Testimonials Andy Luotto e Ramona Badescu

Set
2
2017
2016

L’evento ha avuto luogo dal 7 all’11 Settembre. Duecentomila “peperoncinomani”, provenienti da tutta Italia, si sono ritrovati a Diamante per festeggiare Sua Maestà il Peperoncino.
Nella “capitale” della Riviera dei cedri, si è svolta la ventiquattresima edizione del Peperoncino Festival, cinque giornate con convegni, tavole rotonde, mostre, cinema, satira, cabaret, spettacoli di strada, musica e folclore, tutto per la strada, tutto rigorosamente senza biglietto d’ingresso. Tutto “ispirato” al concetto di “piccante” che metaforicamente significa anche “trasgressivo”, “erotico”, “divertente” e “fuori dall’ordinario”.
Per i vacanzieri di Settembre mattinate al mare con spiagge libere e pulite, nel pomeriggio escursioni guidate sul territorio, dalle 19 tutti per strada e tutti protagonisti, alla corte di Re Peperoncino fino alle luci dell’alba.
Mercoledì 7 Settembre il nastro inaugurale è stato tagliato dal Governatore della Calabria Mario Oliverio mentre le ventiquattro candeline della torta sono state spente da Gianni Pellegrino nelle vesti di Re Peperoncino, accompagnato da Andy Luotto e Ramona Badescu.
Negli stand del centro storico, del Lungofiume e del Lungomare a picco sulla scogliera, degustazioni e assaggi di specialità piccanti e delle eccellenze gastronomiche regionali.
Negli spazi di “Pizza in Piazza” i pizzaioli dell’Associazione Pizzeria Italiana hanno presentato le “creazioni piccanti” con la ‘nduja e il peperoncino di Calabria. Nel “quartiere” dell’Università del gusto a lavoro i migliori chef calabresi, guidati da Enzo Barbieri, con nuovi piatti “infuocati”. Ogni sera sul Lungofiume show-coking con Andy Luotto e le sue creazioni gastronomiche.
Cinque le mostre. Nelle sale del Centro DAC la mostra-evento “Da Cefaly a Cefaly: Andrea, Andrea junior e Raimondo” tre Maestri di Calabria, a cura di Enzo Monaco, col patrocinio della Provincia di Catanzaro. Sempre nel DAC la mostra fotografica “Nudi dal mondo” a cura di Atelier du Faux Semblant. Sul Lungomare “Peperoncini dal mondo”, cinquecento varietà in mostra a cura di Massimo Biagi dell’Università di Pisa. Nella Piazzetta S. Biagio “Eros e peperoncino” disegni piccanti di Francesco Cirillo. Ancora sul Lungomare “Naturalmentenudo”, una mostra fotografica di Daniele Bilotto, con un workshop nelle giornate di Sabato e Domenica.
Per gli appassionati del peperoncino, la presentazione in anteprima mondiale del “Pimiento del deserto” scoperto da Massimo Biagi con l’Azienda Carmazzi di Torre del Lago.
I convegni medici, coordinati dal Prof. Bruno Amantea, affrontano i problemi di “Peperoncino e salute”. In diretta con Radio Azzurra i “dibattiti piccanti” con i più importanti argomenti di attualità politica e culturale. Per il “Piccante Film Festival” la rassegna “Raf Vallone attore di Calabria” in collaborazione con la cineteca regionale.
Venerdì, Sabato e Domenica le finali del campionato italiano di satira con i vignettisti presentati da Gianfranco Tartaglia in arte Passepartout.
Sabato la giornata clou. Alle 21 la finale nazionale del “Campionato italiano mangiatori di peperoncino” con la vittoria di Giancarlo Gasparotto che ha battuto ogni record. All’una di notte gli splendidi fuochi d’artificio della premiata ditta Forestiero di Buonvicino.

© Accademia Italiana del Peperoncino - Leggi la Privacy Policy