Il sito www.peperoncinofestival.org o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti l'uso dei cookie.

Approvo

Edizione 2016

ago
31
2015
Edizione 2016

L’appuntamento è dal 7 all’11 Settembre 2016. Cinque giornate che si confermano affollatissime con oltre 100.000 turisti provenienti da tutta Italia e anche d’Europa. Nella giornata inaugurale del 7 Settembre le ventitré candeline della torta saranno spente da Gianni Pellegrino che, come sempre, farà gli onori di casa. Nelle cinque giornate dedicate a Sua Maestà il Peperoncino il Festival sarà, ancora una volta, un mix intelligente di gastronomia e di cultura. Punto di partenza sempre la gastronomia. Subito dopo ci sono i convegni, le tavole rotonde, le mostre, il cinema, la satira, il cabaret, gli spettacoli di strada, la musica e il folclore. Tutto per la strada, tutto rigorosamente senza biglietto d’ingresso. Tutto “ispirato” al concetto di “piccante” che metaforicamente significa anche “trasgressivo”, “erotico”, “divertente” e “fuori dall’ordinario”.
Tutti per strada e tutti protagonisti in cinque giornate di allegria. Tutti coinvolti dal gioco della festa. Tutti inebriati dalla presenza di Sua Maestà il Peperoncino che in piazza si concede ai suoi sudditi più fedeli. In perfetta armonia con la “filosofia” di Sua Maestà, che venuto dalle Americhe, ha subito familiarizzato con le classi sociali più deboli, tanto da meritare l’appellativo di “democratico” e “popolare”. Per il vacanziere di Settembre una splendida giornata-tipo: la mattina spiagge libere col clima più dolce dell’anno. Oppure mille escursioni in riviera. La sera sul Lungomare, nel centro storico e nella Villa comunale Sandro Pertini, musica, cabaret, “menù afrodisiaci”, mostre, film e convegni.

© Accademia Italiana del Peperoncino - Leggi la Privacy Policy